Questo è il tempo di cambiare pelle: tutto si trasforma e io sono parte del tutto.

Questo è il tempo di cambiare pelle: voglio seguire il flusso del mondo.

Abbandono la vuota fantasia di congelare il tempo e di lasciare tutto immutato.

Quando smetti di sognare si congela anche il desiderio di vita che scorre nelle vene.

Abbraccio la trasformazione con l’ansia di chi vuole tutto e subito, dimenticando la strada da percorrere.

Il tempo della visione serena del mio panorama ha lasciato spazio al cammino all’interno di una meravigliosa tempesta.

La mia vecchia carcassa si è spenta sul confine del mio vecchio paesaggio, dentro l’abbraccio eterno del cielo e della terra.

Io sono altrove.

Mi proietto dentro i desideri di vita, dentro la felicità dei nuovi sorrisi, dentro gli abbracci di chi ha imparato a lasciarsi andare.

Tutto parla di bellezza quando esprime il movimento che dall’interno si proietta nell’indefinito.

E’ un lungo salto nel vuoto questa scommessa che ci ritroviamo a fare nei nostri giorni tumultuosi.

Ce la farò a venirne a capo, nonostante le difficoltà, dentro gli ostacoli che vedo e quelli che non riconosco subito.

Ce la farò a vestire i nuovi panni e a dismettere quelli troppo larghi nei quali mi sono sempre nascosta.

La paura oggi la posso piegare e renderla carburante per il mio nuovo percorso.

Il mio desiderio di felicità ha finalmente delle basi solide e non vacillerà mai più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *