Apriamo lo sguardo quando la luce è fioca

Apriamo lo sguardo quando il tempo non ci dà tregua.

E’ ora di ridisegnare tutti i confini del nostro paesaggio che il vento impetuoso ha cancellato.

Non ho mai visto una notte infinita: possiamo riportare la luce su di noi.

Non c’è da pensare: questo è il momento dell’azione forte e decisa.

Lo sguardo va in tutte le direzioni verso mete nuove da raggiungere.

Ti cerco ancora senza trovarti e mi rifugio in un sogno senza tempo.

Certe volte ho anche pensato di averti sfiorato la pelle: era solo una illusione colorata ma effimera.

Bianco, come l’inizio di tutte le  storie, come il foglio sul quale iniziare a scrivere o come tutti i colori messi assieme.

Puro, come un sentimento che non si è mai scontrato contro i graffi che la vita spesso ti fa, solo per metterti alla prova.

La mia pelle nuda come segno di resa all’amore che non vuole difese ma coraggio.

Devo iniziare a credere che abiti dentro di me e magari, se ti guardo meglio, un giorno ti paleserai.

Gli occhi saltano fuori dalle orbite per posarsi ovunque ci sia bisogno di attenzione: nulla resterà incustodito.

Mi prenderò cura di me e poi il tempo deciderà da quale parte stare.

Incomincio da me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *