Anche oggi resto a casa: ho le mie luccicanti certezze, le mie voluminose radici e tutti i miei piccoli ricordi di cui avere cura.

Anche oggi resto a casa: voglio stare nel mio mondo senza alcuna distrazione.

Mi può capire solo chi vive come me, chi vede la luce solo nel suo spazio vitale.

Chiudo gli occhi, mi immergo nel mio posto e so che tutti voi scomparirete lentamente: non vi vedrò e non vi sentirò più.

L’andamento è rilassato e lento: tu come la immagini la mia vita quando mi faccio avvolgere solo dal mio guscio?

Sono viva anche senza contatti con tutto quello che c’è fuori dalla mia porta: ho un mondo interiore molto ben abitato.

La mia tranquillità interiore non è merce di scambio: so bene che se uscissi da questo liquido amniotico tu non riusciresti a garantirmi la pace che provo qui dentro.

Forse domani, non oggi, avrò voglia di uscire e vedere come starò nel mondo di fuori.

Affido a domani questa mia possibilità di stare in mezzo agli altri per scambiare le emozioni: oggi resto ancora qui a cullarmi in questo morbido stato di quiete.

Nell’incertezza di non trovare il calore di cui ho bisogno, mi immergo ancora una ultima volta in questo liquido per godere appieno l’abbraccio con la mia vita.

Domani, forse, cercherò una strada nuova.

 

casa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *